Bari
_
Il mondo attorno al l'antico San Nicola è un formicaio ebbro di vitalità
Vecchi cortili sono stanze,
vecchie cappelle sono magazzini,
una scala sfonda un muro,
un muro alza un soffitto.
Passa con il braccio steso il venditore
di pomodori secchi e salati
e il suo lamento incomprensibile
eccita l'appetito.
Allora mille bambini seminudi
sporgono il loro pezzo di pane.
Mentre la madre pettina la comare,
la figlia fa la pasta su una pietra larga,
davanti all’uscio di casa.
Con un pizzico di pasta mette al mondo
altri pupi, ci soffia su:
andate a giocare, toglietevi di qui.
Così si moltiplica all'infinito la vecchia Bari,
grazie a Dio, cresce nuova
e non muore mai.

Franco Attonicelli, Finibusterrae